Da iOS ad Android: unboxing e primo giorno

Ci siamo. Iniziamo ad entrare nel vivo di questa storia che fin’ora sembra essere davvero interessante. Finalmente ho tra le mani il mio G3, e wow…

Mettere le mani su questo G3 non è stato facile. Dopo due settimane di agonia, finalmente quest’odissea è terminata e posso godermi il telefono. Ma andiamo per ordine.
Eravamo rimasti all’ordine del telefono su Gli Stockisti. L’ordine è stato elaborato in tempi record (un grandissimo plauso a Gli Stockisti per la loro celerità e anche per la cordialità del servizio clienti su Twitter e Facebook) e Mercoledì sera il pacco era già nelle mani di Bartolini, dov’è rimasto per un po’ troppo tempo. Secondo la mail ricevuta da Bartolini stesso, avrei dovuto ricevere il telefono il giorno successivo (18 Dicembre) indicativamente tra le 10 e le 14:30. Facciamo trovare qualcuno a casa… resta mia madre tutta la mattina a casa. Alle 14:30, al ritorno da scuola, ancora nulla. Siamo in periodo di feste, avranno tante consegne da fare. Aspetto a casa tutto il giorno e… niente. Mi state prendendo in giro? Guardo il tracking… “Da consegnare”. Si, mi prendete in giro.

Il giorno dopo, stessa solfa. A casa dalle 10 alle 14:30 e oltre, nessuno. Ok, vado a cercare il corriere. 5 minuti dopo trovo un camion Bartolini parcheggiato praticamente dietro casa mia, e un mio vecchio compagno di classe delle scuole medie che aspettava anche lui un pacco da giorni, guarda caso sempre da Bartolini. Qualche decina di minuti dopo lo troviamo a giocare alle slot machine (invece di fare le consegne… complimenti, serietà ai massimi livelli). Ritiro il pacco direttamente dal suo furgone e corro a casa per l’unboxing.

Ecco il video. Scusate la qualità ma:

  1. ero leggermente agitato
  2. ho registrato con l’iPhone al volo
  3. la stanza era veramente buia e la lampada alogena non fa esattamente un ottimo lavoro nell’illuminare i video
  4. non ricordavo le caratteristiche nonostante le avessi scritte davanti alla faccia, ve le dirò precisamente nella recensione che arriverà tra qualche settimana

Aperto il telefono inizio a configurarlo. Sistemo le impostazioni, configuro le app native… wow, lo schermo è veramente magnifico. Non so come facciate a dire che il QHD sia inutile, ma sinceramente io la differenza di definizione tra un FullHD 5″ (Nexus 5) e un QuadHD 5.5″ la vedo. Ok, mentre giocate a Flappy Bird sul telefono magari non ve ne accorgete, ma nel browser, nella rubrica, nella galleria e in moltissimi altri settori del telefono la definizione è semplicemente straordinaria e si nota. Il display Retina dell’iPhone, che fino a ieri mi sembrava il miglior display di sempre, in confronto a questo sembra di fascia bassa.

Il design del telefono è sorprendentemente ben riuscito. Nonostante sia fatto di plastica, LG è stata in grado di fornire a questo smartphone un aspetto decisamente gradevole. La cover posteriore è rimovibile (ottima cosa), il flash e il sensore per la messa a fuoco non sono posizionati a caso, ma in modo simmetrico, pulito e preciso. I tasti sul retro, poi, sono la ciliegina sulla torta. Sono comodissimi e, guarda caso, quando devo utilizzarli il dito è magicamente sempre in posizione, e non devo spostarlo nemmeno di 1mm per azionare i tasti. Scelta decisamente azzeccata. La finitura in finto metallo del retro, i bordi puliti, il sensore a infrarossi nella parte superiore… tutto in questo telefono è al posto giusto e nel modo giusto.

La fluidità del sistema è un altro punto importante. Mi aspettavo di trovare qualche lag ogni tanto, ma mi sono dovuto ricredere. Sarà perché ho preso il modello da 32GB con 3GB di RAM, sarà perché ancora il telefono è nuovo e pulito, ma sinceramente mi è capitato una sola volta di notare un piccolissimo lag nell’uscita da un’applicazione (Temple Run 2, quindi non un’applicazioncina con 3 righe di testo). Il processore e la GPU svolgono veramente bene il proprio lavoro, aiutati non poco da quel GB di RAM in più rispetto al modello da 16GB. In iOS, 1GB di RAM potrebbe fare poca differenza, ma nel mondo di Android dove il multitasking è reale e ci sono migliaia di processi in background per ogni applicazione che gestiscono le varie funzioni del sistema e i vari servizi, credetemi, serve davvero. Un po’ come su un Mac..

Continuando a parlare di sistema operativo e interfaccia, essi sono veramente ottimi. Come detto nel primo episodio, ho già utilizzato uno smartphone con Android come telefono principale qualche anno fa. Era un Samsung Galaxy S2 con Android 2.3, e sinceramente non mi è piaciuto per nulla (anche se ho saputo comunque apprezzare le peculiarità di Android rispetto ad iOS già allora, nonostante l’esperienza fornita da quel telefono fosse una vera e propria schifezza), e per questo motivo ho poi acquistato un iPhone 5. Questa volta è diverso. Questa volta, sarà grazie all’interfaccia di LG che migliora ancora di più (a mio avviso) l’esperienza d’uso di Android, soprattutto dal punto di vista grafico, sarà grazie agli enormi progressi che Android ha fatto in questi due anni, mi sento “a casa” e non un perfetto estraneo come l’altra volta. Ho acquisito immediatamente dimestichezza con i tasti software e le gesture del telefono (stamattina cercavo di accendere l’iPad con un doppio tap…), e i miei ricordi (positivi) di due anni fa sono immediatamente riaffiorati.

Anche la tastiera mi ha colpito. Pensavo di installare immediatamente Swiftkey, che uso su iPhone già da un po’, ma la tastiera di LG è fatta molto bene. Ha la possibilità di essere regolata in altezza e di personalizzare i tasti inferiori, oltre ad avere un sistema di autocorrezione preciso e non troppo invadente. E ha i numeri in prima funzione.

La fotocamera di questo telefono lascia senza parole. 13 megapixel con in più la stabilizzazione ottica OIS+ e il nuovo sistema di messa a fuoco laser (che avviene in realtà tramite un raggio infrarossi che, a seconda del tempo che impiega a rimbalzare sull’oggetto da mettere a fuoco, determina la distanza dell’oggetto stesso e regola le lenti della fotocamera di conseguenza) garantiscono una qualità senza precedenti (precisazione: non ho mai provato un Lumia). Le foto hanno una definizione impressionante, non sono mai mosse e sono sempre a fuoco. Molto carina la modalità “Magic focus”, che scatta 5 foto con fuoco diverso e permette poi di scegliere quale punto della foto mettere a fuoco.

Una bella sorpresa che ho avuto è stato il LED di notifica. Non pensavo fosse così comodo, ma effettivamente sapere se ci sono notifiche senza dover accendere lo schermo, semplicemente guardando il telefono, è una figata. E quello del G3 è multicolore e completamente personalizzabile, quindi posso decidere quale colore assegnare a quale applicazione.

Dopo aver scaricato tutte le mie app e configurato tutti i servizi, apro il “Centro aggiornamenti” e… toh! Android 5.0 Lollipop è disponibile. A dire la verità ero un po’ scettico, non volevo aggiornare con il rischio di ritrovarmi un telefono appena comprato e già con dei difetti (il 5.0 è una major release molto importante ed è stata praticamente riscritta da zero, quindi qualche problema di gioventù ci sta), soprattutto dopo aver letto recensioni non troppo positive in giro. Ma vabbè, proviamo a installarlo. Download e installazione completati in circa 25 minuti, tutto liscio. Sembrava di aggiornare un iPhone, altro segno di estrema affidabilità raggiunta da Android in questi anni. Non ho notato rallentamenti di nessun tipo e per ora bug importanti non sembrano venire fuori. Staremo a vedere.

Fin’ora il telefono mi piace veramente tantissimo, molto più di quanto avesse fatto il Galaxy S2 nel suo primo giorno di utilizzo. Sono veramente colpito dalla pura potenza di questo terminale, e anche la batteria mi sembra durare abbastanza, anche se ho paura che con Lollipop non sarà così brillante come speravo. Lo sapremo solo vivendo.

Nei prossimi giorni aggiungerò una galleria fotografica con delle belle foto di questo telefono, e anche con qualche esempio di foto scattata con il G3.

Alla prossima!

Advertisements

Commenta

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s